Il Museo Narrante di Hera Argiva

I resti del santuario dedicato dai Greci alla Dea Hera, sulla riva sinistra del Sele, furono scoperti nel 1934 da Umberto Zanotti Bianco e Paola Zancani Montuoro. Costruito nei primi decenni del VI secolo a.C., di esso non rimangono che poche pietre. Era costituito da un tempio circondato da tempietti minori.

A pochi metri dai resti del santuario, in un’antica masseria, è allestito il Museo Narrante di Hera Argiva. Non si tratta di un museo tradizionale, non raccoglie cimeli, bensì filmati, ricostruzioni tridimensionali, video installazioni, effetti sonori, pannelli illustrativi che mostrano al visitatore la storia del luogo. Ci sono la storia dello sbarco dei Greci e della costruzione della città, e quella degli scavi.

Orari: 8.30 – 15.30

Chiuso la domenica

Ingresso gratuito

Temporaneamente chiuso