Capodifiume

Le sette sorgenti di questo fiume sgorgano ai piedi del Monte Calpazio. Poco più avanti, dall’acqua, affiorano le antiche rovine di un santuario del IV o III secolo a.C. dedicato ad una divinità femminile, forse a Persefone, simbolo della Primavera, ipotesi indicata da alcune suppellettili che vi sono state rinvenute e che sono custodite nel Museo Nazionale. Già nel IX secolo a.C. questo posto fu sede di un insediamento umano. Oggi è particolarmente apprezzato per la sua bellezza naturalistica. Lungo il suo corso dimorano uccelli di varie specie.