Il convento di Sant’Antonio

Costruito nel 1500 dai Frati del Carmelo, fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1682. Fu ricostruito a partire dagli inizi del XVIII secolo e affidato alla custodia dei frati francescani. Nuovamente chiuso nel 1866 successivamente è stato adibito a mansioni diverse: carcere, scuola, casa comunale, uffici giudiziari, fino a tornare ai francescani nel 1934. Il complesso comprende la chiesa, il chiostro e spazi abitativi. All’interno ci sono affreschi che rappresentano la vita di San Francesco e di Sant’Antonio. Il convento sorge su un promontorio e si affaccia su un panorama unico sulla Piana di Paestum e sul Golfo di Salerno.